Procedura semplificata per smart working

[19/04/2021]




Proroga della procedura semplificata per lo smart working senza dover ricorrere all’accordo individuale tra datori di lavoro e dipendenti.


Cosa è lo smart working

Lo Smart Working o lavoro agile è stato introdotto con la legge n. 81/2017 e costituisce una modalità intelligente, ed efficace per lavorare da remoto senza la necessità di andare in ufficio. Si tratta di in pratica di un un accordo volontario tra azienda e dipendente, in cui luoghi ed orari lavorativi vengono stabiliti in modo autonomo e flessibile dal lavoratore, che potrà in questa maniera operare da remoto utilizzando strumenti propri o quelli che l'azienda gli fornisce come pc, tablet, smartphone e tramite piattaforme di condivisione dati. Questa modalità aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e al tempo stesso favorisce la crescita della sua produttività.

Procedura semplificata per smart working nel decreto Sostegni 2

Si va verso la proroga della procedura semplificata per lo smart working. Il ministro del Lavoro Andrea Orlando, sta lavorando a una norma da inserire del decreto Sostegni 2: l’intenzione è quella di mantenere le norme “light” per il ricorso al lavoro agile fino a fine settembre quando, si presume, sarà vaccinata una buona parte della popolazione.

Il ministero del Lavoro vuole tutelare la salute dei lavoratori così come consentire alle aziende, che possono fare ricorso allo smart working, di non doversi imbattere in nuovi adempimenti burocratici. La norma da prorogare è quella che permette alle aziende di far ricorso allo smart working senza dover sottoscrivere un accordo individuale, come invece previsto dalla legge n. 81 del 2017.

Le aziende potranno così automaticamente usufruire della procedura semplificata introdotta con l’emergenza Covid.

Per lavorare in smart working non ci sarà dunque bisogno di ricorrere all’accordo individuale tra datori di lavoro e dipendenti. Basterà compilare la modulistica e l’applicativo informatico resi disponibili dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

La norma riguardante la proroga della procedura semplificata per lo smart working sarà discussa con le parti sociali prima di essere inserita del Sostegni 2.

Smart Working: le migliori offerte di Beactive

Per lavorare da remoto in smart working è fondamentale avere a disposizione una connessione internet veloce e stabile in grado di scambiare dati e comunicare in video chiamata o telefonicamente con la propria azienda. Per fare questo la soluzione ideale è rappresentata dalla fibra che permette di raggiungere velocità di navigazione fino a 1 Giga al secondo.

Attivando una delle offerte Fiberevolution di Beactive hai un piano completo per navigare senza limiti grazie ad una connessione adsl o fibra in base alla copertura della tua zona, ed inoltre volendo puoi aggiungere chiamate illimitate verso fissi e mobili nazionali a 0 cent al minuto, sfruttando la linea Voip a partire da 19,9 euro. Inoltre in promozione hai modem e attivazione gratis.

Conclusioni

Abbiamo visto cosa è il lavoro agile, e come il governo sia pronto a presentare nel prossimo decreto Sostegni una norma che sposta in avanti il termine (a oggi fissato al 30 aprile) che, permette ai datori di lavoro di poter attivare lo smart working con un atto unilaterale, senza cioè dover sottoscrivere un accordo individuale. Infine ti abbiamo proposto le migliori offerte internet di Beactive da attivare per lavorare da remoto.



FibeRevolution

Offerte Fibra
1 Giga

Verifica la copertura fibra e prova l'offerta fibra per 8 mesi ad un prezzo agevolato





Verifica la copertura fibra e la tua velocità