02 / 08 / 2019

Fibra ottica: conosciamo la banda ultra larga


Verifica la tua copertura ADSL/FIBRA su beactive.it


"La fibra ottica è una tipologia di connessione terrestre che utilizza i cavi in fibra vetrosa capaci di trasmettere segnali ottici. Proprio per la sua capacità nel raggiungere una velocità di trasmissione dati più elevata rispetto all'Adsl, a partire da 10 Mbit/s, la fibra ottica viene definita anche tecnologia a banda ultra larga.


In scienza e tecnologia dei materiali le fibre ottiche sono filamenti di materiali vetrosi o polimerici, realizzati in modo che possano condurre la luce. La fibra ottica si presenta sotto forma di cavi flessibili e immuni ai disturbi elettrici e alle avverse condizioni climatiche, oltre che scarsamente sensibili ai cambiamenti di temperatura.
Proprio in virtù di queste loro caratteristiche tecniche, le fibre ottiche trovano largo spazio di applicazione in telecomunicazione come mezzo trasmissivo di segnali ottici su grandi distanze attraverso una rete di trasporto e nella fornitura di accessi di rete cablati in banda ultra larga.


A differenza dell'Adsl, la fibra ottica è una tecnologia di trasmissione dati di tipo simmetrico: il download e l'upload hanno la stessa ampiezza di banda.

Come funziona concretamente la fibra ottica? La copertura in fibra ottica, oltre a essere tutt'altro che omogenea sul territorio nazionale, in genere, parte dalla centrale di riferimento e arriva all'armadio ripartilinea (ARL) solo nella sua tratta telefonica primaria. L'armadio ripartilinea, detto anche armadio di distribuzione, è un armadio alto circa 2 metri, atto a interconnettere la tratta telefonica primaria (dalla centrale telefonica all'armadio) e la tratta telefonica secondaria (dall'armadio all'utente).
In questo caso, la connessione in fibra ottica è indicata con l'acronimo FTTC, dall'inglese Fiber To The Cabinet. Il tratto di linea telefonica secondaria, quello che va dall'armadio all'abitazione è ancora coperto, nella maggior parte dei casi, dal doppino telefonico in rame con conseguente diminuzione di velocità del segnale.
Nel caso in cui tutta la tratta, sia quella telefonica primaria che quella telefonica secondaria, sia coperta dalla fibra ottica, si usa l'accezione FTTH, dall'inglese Fiber To The Home. Con l' FTTH la connessione in fibra arriva fino all'abitazione privata dell'utente.

La connettività FTTC e FTTH sono entrambe considerate tecnologie a banda ultra larga seppur tecnicamente presentano le differenze che abbiamo visto. I servizi di connettività offerti dalla maggior parte degli operatori italiani di telefonia abbracciano entrambe le famiglie, sia l'FTTC che l'FTTH, con diversi livelli di copertura sul territorio nazionale.
Tra le offerte dei diversi provider una sbirciatina merita Fiberevolution, il servizio per navigare fino a 1 Giga al prezzo più basso del web. Potrebbe essere questa la tua prossima scelta di connettività.

La Redazione