25 / 01 / 2016

Facebook e Tor: la copertura anonima sbarca sul mobile


Verifica copertura ADSL FIBRA su beactive.it


Il sistema di navigazione no name disponibile anche per gli utenti Android


Era il 2014, ormai due anni fa, come vola il tempo, quando Facebook ha iniziato a sperimentare l'accesso al social da parte dei suoi utenti attraverso la copertura della rete Tor, famosa per garantire l'anonimato della navigazione. Tutto questo avveniva nel 2014 e avveniva esclusivamente attraverso postazione fissa, un pc per intendersi.
Adesso arriva la notizia che cambia non poco le carte in tavola. Facebook ha, infatti, annunciato, che la navigazione anonima di Tor è pronta anche anche su Android. "Nel 2014 abbiamo creato un indirizzo Tor onion per rendere più sicura la navigazione a chi utilizzava i browser Tor - si legge sulla pagina Facebook ufficiale- Questo cambiamento ha aumentato la sicurezza delle connessioni Tor su Facebook e da allora una grande comunità di persone è cresciuta aiutandoci a rendere questa funzione più efficiente e affidabile". Così, la possibilità di muoversi nella rete, anche attraverso il social dei social dietro il mantello dell'invisibilità fornita da Tor è diventata realtà e ora si è allargata anche ai dispositivi mobili.
Ma come si può approfittare di questa nuova opportunità offerta da Facebook? Proprio dalla pagina ufficiale del social network arriva la descrizione della genesi di questo innovativa iniziativa. "Grazie a un progetto avviato da un nostro stagista la scorsa estate - spiegano da Menlo Park- e successivamente sviluppato dal nostro team di protezione e sicurezza di Londra, stiamo offrendo il supporto sperimentale per utilizzare Facebook su Tor tramite la Orbot proxy app per i dispositivi Android".
Al momento il social di Mark Zuckerberg sta implementando questa nuova funzione che sarà resa disponibile in una manciata di giorni e chiede a tutti gli utenti che avranno voglia di sperimentarla di lasciare quanti più momenti possibili per collaborare al suo miglioramento.
Utilizzarla, in fondo, è facile. Basta andare su Google Play o su Orbot F-Droid repository e scaricare Orbot Proxy with Tor. A questo punto gli iscritti al social network potranno decidere se scegliere le vie criptate di Tor per accedere alla rete in forma completamente anonima con un conseguente e naturale aumento della sicurezza e maggiore tutela della privacy. Il tutto, una volta che l'utente avrà ricevuto l'avviso di poter utilizzare Facebook con Tor. Ovviamente ci sono dei limiti rispetto alla navigazione tradizionale. Infatti, una volta attivato il proxy Orbot, la funzione inibirà la possibilità di ricevere notifiche tramite cellulare, opzione non supportata dalla logica del network della cipolla.
La privacy, dunque, è sempre più sotto chiave. Alla faccia della NSA.

La Redazione