Bonus bici elettrica: tutto quello che devi sapere

[11/06/2020]




Tra gli incentivi alla mobilità arriva anche il bonus bici. Scopri come funziona e chi può richiederlo.


Con il Decreto Legge “Rilancio” è stato introdotto dal governo il bonus mobilità ribattezzato bonus bici che consente di ricevere un contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a 500 euro, per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad esempio monopattini, hoverboard e segway) o per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Attraverso queste misure volte ad incentivare la mobilità sostenibile viene agevolato chi intende acquistare un mezzo di micro mobilità individuale.

Come detto l’incentivo per il bonus mobilità (bonus bici) ammonta a un massimo di 500 euro e copre il 60% della spesa per l’acquisto di uno dei veicoli di micro mobilità personale.

Per sfruttare al massimo l’incentivo da 500 euro, si dovrebbe acquistare un mezzo dal prezzo che si avvicina il più possibile a 833,33 €, il cui 60% è proprio 500 euro, pagando così il rimanente di 333,33 €.

I mezzi di micro mobilità individuale sono i seguenti:

  • la comune bicicletta
  • bicicletta elettricha (e-bike a pedalata assistita);
  • monopattino elettrico
  • segway
  • monoruota
  • handbike
  • monowheel
  • hoverboard

 

Possono richiedere il bonus bici previsto per l’acquisto di biciclette e monopattini elettrici, i cittadini maggiorenni e residenti in Comuni con più di 50mila abitanti oltre che nei capoluoghi di Regione, nelle città metropolitane (e quindi Milano, Roma, Bologna, Torino per esempio) e dei capoluoghi di Provincia.

 

Come funziona e come ottenere il bonus bici?

E’ possibile effettuare la richiesta del bonus bici mobilità, utilizzando una specifica piattaforma web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale attuativo del Programma buono mobilità. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Il bonus bici sarà erogato in due fasi:

Nella fase 1 (che va dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’ piattaforma web) sarà il cittadino ad essere rimborsato del 60% della spesa. Per ottenere il buono sarà necessario conservare la fattura (non lo scontrino) da allegare all’istanza da presentare mediante applicazione web. In questa fase si può acquistare la bici o il veicolo per la mobilità personale in qualsiasi negozio, l’importante è che venga rilasciata la fattura.

Nella fase 2 (che inizierà dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web e fino al 31 dicembre 2020), è previsto lo sconto diretto. Il cliente paga al negoziante aderente direttamente il 40% e sarà il negoziante aderente a ricevere il rimborso del 60%. In pratica, chi intende acquistare una bici o un monopattino dovrà registrarsi sulla piattaforma, indicare il mezzo che vuole acquistare e generare un buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato. Nella fase 2, sulla piattaforma web sarà pubblicato l’elenco di tutti i negozianti aderenti all’ iniziativa.

I buoni devono essere utilizzati entro 30 giorni dalla relativa generazione, pena l’annullamento.

 



FibeRevolution
Naviga fino a
1 Giga
in offerta
al prezzo più basso del web

Prova il servizio per 8 mesi ad un prezzo agevolato




Verifica la copertura adsl e la tua velocità